Il colpo di fulmine di Italo Balbo

by Punta Ala

Italo Balbo,  politico,  sottosegretario all’economia nazionale e  ministro della Regia Aeronautica, si innamorò sorvolando la zona, di questo luogo desolato, con solo due poderi coltivati e poche costruzioni erette qualche centinaio di anni prima. 

Se ne innamorò così tanto da volerle acquistare. Cosa che fece, e che trasformò nel suo luogo preferito di vacanza fino agli anni ’70. A lui si deve la costruzione di strade, recinti per il bestiame, la presenza di acqua ed energia elettrica a quella che si chiamava la fattoria Tre Pini. 

E a lui ancora si deve il nome attuale: Punta Troia venne rinominata come “Punta Ala” , come l’ala che lui riconosceva sorvolando il promontorio . L’isola di Troia divenne “lo Sparviero”,  mentre i porcellini (gli scogli rocciosi che affiorando dall’acqua la separano dalla terra ferma) rimasero tali. La leggenda narra che il vecchio nome sia da attribuirsi a una scrofa di cinghiale che, per sfuggire ai cacciatori, finì in mare seguita dai suoi piccoli. 

Finita la prima guerra mondiale la proprietà di Balbo venne requisita dallo stato italiano e ritenuta “profitto di regime”. Verrà poi rivenduta a Costantino Llentati nei primi anni ’60,  fino a quando nel 1962 verrà posta la prima pietra della marina turistica porto di Punta Ala. 

Punta Ala come ad oggi è conosciuta e descritta nelle altre sezioni di questo sito, è frutto del primo progetto dell’insediamento turistico di Punta Ala, redatto dall’architetto Walter di Salvo nel 1959.

Search
Search
Info
Contatti
Femme
Euro Tailles US Tailles UK Tailles Pouces Centímetros
34 4.5 2 8,5" 21,8cm
35 5 3 8,8" 22,4cm
36 6 4 9" 23cm
37 6.5 4.5 9,3" 23,6cm
38 7.5 5.5 9,5" 24,3cm
39 8 6 9,8" 24,9cm
40 9 7 10" 25,5-cm
41 10 7.5 10,3" 26,2cm
Homme
Euro Tailles US Tailles UK Tailles Pouces Centímetros
39 6 6 9,9" 25,2cm
40 7 7 10,1" 25,8cm
41 8 7.5 10,4" 26,4cm
42 9 8.5 10,6" 27cm
43 10 9.5 10,8" 27,6cm
44 11 10 11,1" 28,3cm
45 12 11 11,3" 28,9cm
46 13 11.5 11,6" 29,6cm